Che vitamina D prendi?

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

La tricofitosi è una caratteristica sistemica della malattia in età evolutiva. Si verifica solo nei bambini, il suo equivalente negli adulti è l’osteomalacia. I cambiamenti osservati nel rachitismo sono disturbi della mineralizzazione dell’osteoide e della cartilagine di crescita.

La causa più comune di anormalità è la carenza di vitamina D3. Per lungo tempo non vi è alcuna diminuzione del livello di calcio nel siero del sangue, perché è normalizzata dallo sviluppo di iperparatiroidismo secondario (il calcio viene rilasciato nel sangue dalle strutture ossee). Il rachitismo meno frequente può essere causato da una carenza di calcio e fosfati.

Rincresce i fattori di rischio

Nei neonati, a causa di una crescita intensiva, di un’alimentazione inadeguata (che causa carenza di calcio, vitamina D3 e fosfati nella dieta), luce solare insufficiente (che porta a una diminuzione della produzione di metaboliti attivi della vitamina D nella pelle), mancanza di integrazione di vitamina D3 e un debole assorbimento di calcio dal tratto gastrointestinale può contribuire allo sviluppo del rachitismo.

Inoltre, la prematurità, la nutrizione parenterale e alcune sindromi genetiche contribuiscono a ridurre i livelli sierici di fosfato, contribuendo al rachitismo. Inoltre, alcune malattie congenite causano una diminuzione della concentrazione di calcio, che provoca anche lo sviluppo di anomalie ossee e sintomi tipici del rachitismo.

Sintomi di rachitismo

I sintomi araldici (sistemici) del rachitismo nei bambini sono principalmente: irritabilità, ansia, sudorazione della testa durante l’alimentazione, rotazione della testa e mancanza di appetito, con conseguente riduzione nell’aumento di peso. Inoltre, c’è una tendenza alla stitichezza, disturbi del sonno e riduzione della tensione muscolare.

Il rachitismo (fioritura) attivo si sviluppa dopo alcune settimane, se non trattate portano a cambiamenti nella zona ossea, che si traduce in deformazioni toraciche (le cosiddette “deformità ossee”). Il cranio ha una forma caratteristica, quadrata, e appare la cosiddetta “polvere del petto”. braccialetti ricurvi (deformazioni attorno alle ossa dell’avambraccio e della gamba) e rosari ricurvi (ispessimento nell’area delle connessioni ossee con le costole della cartilagine).

Inoltre, ci sono i cosiddetti “free riders”. una gobba di curve, l’ammorbidimento dell’ostrica si verifica, possono verificarsi sintomi secondari di tetania. Inoltre, si osservano l’allargamento della fontanella anteriore e il ritardo nella crescita eccessiva, l’inclinazione degli arti inferiori (piegamento a forma di O e X), la deformazione pelvica, il piede piatto e la crescita ritardata. Anche più tardi, i denti dei bambini con rachitismo sono tagliati.

Riconoscimento di rachitismo

Al fine di determinare la diagnosi di rachitismo, è utile determinare l’insorgenza di sintomi sistemici e ossei. Inoltre, i cambiamenti nelle immagini a raggi X delle ossa e le anormalità nei test di laboratorio, riguardanti principalmente il metabolismo del calcio fosfato, indicano il verificarsi di rachitismo.

È necessario determinare i livelli di calcio, fosfati, enzima fosfatasi alcalina, paratormone e calcitrile nel siero e fosfati e cAMP nelle urine se un bambino sospetta il rachitismo.

Prevenzione e trattamento del rachitismo

I procedimenti per prevenire il rachitismo iniziano già durante la gravidanza. Durante questo periodo, è importante mangiare razionalmente e fornire adeguate quantità di proteine, vitamine e minerali. L’esposizione al sole e l’assunzione di vitamina D3 sono anche importanti misure preventive durante la gravidanza.

Una corretta alimentazione dei lattanti e l’integrazione supplementare di vitamina D3 e l’esposizione al sole dei bambini sono necessari dopo il parto, che è un aspetto importante della prevenzione e del trattamento del rachitismo. È anche importante ricordare la possibilità di sintomi di sovradosaggio di vitamina D3, in caso di assunzione di dosi più elevate di quelle raccomandate di questa preparazione.

Prognosi di rachitismo

Nei casi di diagnosi precoce e trattamento appropriato del rachitismo, gli effetti avversi del rachitismo non si sviluppano e la prognosi è positiva. Il rachitismo non trattato porta a cambiamenti deformabili nell’osso e al ritardo nello sviluppo del bambino, che è associato a una prognosi peggiore.
Mariusz Kłos

– Medicina interna “, Gerd Herold e coautori, editrice PZWL Medical Publishing House, Varsavia.
– Pediatrie “, ed. Scienze Krystyna Kubicka, Wanda Kawalec, ed. PZWL Medical Publishing House, Warsaw.

Commenti I commenti del rachitismo

Kasia | 2011-09-25 21:46

Perché noi, per esempio, diamo Vigantol a nostro figlio. Ha un dispenser facile da usare che è anche comodo per il bambino.

Lorenza Scoma
Informazioni su Lorenza Scoma 303 Articoli
Si può dire molto di Lorenza Scoma, ma per lo meno è persuasiva e disinteressata, naturalmente è anche protettiva, allegra e leader, ma sono contaminati e mescolati con le abitudini di essere privi di tatto. la sua natura persuasiva, però, è ciò per cui è spesso ammirata. Spesso le persone contano su di loro e sul suo atletismo ogni volta che hanno bisogno di tirarsi su. Nessuno è perfetto naturalmente e Lorenza ha anche degli stati d'animo e dei giorni marci. la sua natura sconcertante e la sua natura pomposa causano molte lamentele, sia personalmente che per gli altri. Fortunatamente il suo altruismo assicura che non è il caso molto spesso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*